Una analisi del periodo di lockdown del Settore Nazionale Csen Tennis

di Alessandro Perrone e  Diego Valentini

Piano piano si sta tornando alla normalita’ in tutti i settori, compresi quelli della formazione in ambito sportivo.
Vogliamo fare un riassunto di quello che il settore formazione della CSEN Tennis ha fatto in questi mesi di lockdown?

Non siamo rimasti fermi ad aspettare, ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo dato vita a tutta una serie di operazioni, sia informatiche che personali, per poter continuare a fare formazione.
Se i corsi, fatti in maniera tradizionale, sono sono sospesi, bisogna “inventare” il modo per fare formazioni usando metodi di “formazione a distanza” che la tecnologia ci mette a disposizione.
Il settore ha deciso, durante le riunioni che si sono comunque tenute regolarmente tra i membri del direttivo (composto dal Presidente Diego Valentini, e dal suo staff di persone quali Fabrizio Biolo,
Paolo Corti, Donato Campagnoli, Davide Guarino, Alessandro Perrone, Fabio Valentini), di mantenere gli impegni per quanto riguarda lo svolgimento dei corsi di formazione, usando la
metodologia “formazione a distanza”.

Il Direttivo Csen Nazionale Settore Tennis in una riunione tenuta a inizio anno a Cavareno insieme all’istruttore nazionale Martina Zavarise

Durante questi mesi di lockdown sono state intrapresi tre appuntamenti fondamentali per la formazione CSEN: due corsi di Istruttore Regionale (organizzato dal TC Ghedi e da ATB School of Tennis), e il corso annuale di Istruttore Nazionale (tenuto a Cavareno).
I corsi di Istruttore Regionale sono stati divisi in due appuntamenti ben distinti:

  • il primo, di due giornate, fatta interamente usando metodi di videoconferenza, in cui sono stati spiegati, dagli stessi docenti che avrebbero fatto il corso tradizionale, gli argomenti teorici
  • il secondo, sempre di due giornate, fatto in un secondo momento, quando si sono allentate le morse del Covid, ed e’ stata data la possibilita’ di ritrovarsi nel circolo CSEN che ha organizzato il corso, per poter toccare gli argomenti “sul campo”, ed infine fare il test finale per ottenere la qualifica di Istruttore Regionale Csen di Tennis.

Il Corso Nazionale, tenuto a Cavareno, di due giorni, in cui si sono toccati gli argomenti del minitennis, delle progressioni di gioco, e dei metodi di insegnamento.

Il tennis CSEN settore Nazionale e’ il primo ente sportivo in Italia, che e’ riuscito ad attivarsi e a iniziare questa nuova “attività” di corsi di formazione sportiva, almeno nell’ambito del tennis.

 

Anche in periodi di totale assenza dello sport giocato, il CSEN ha continuato a perseguire i suoi scopi istituzionali: l’incentivazione e la diffusione delle attività sportive amatoriali, dilettantistiche: inoltre esso opera anche per la realizzazione di manifestazioni culturali, pedagogiche e sociali aventi come nella crescita civile del Paese.

Corsi di Istruttore Regionale di Tennis

I due corsi di Istruttore Regionale sono stati

  • TC Ghedi con la parte “online” nei giorni 2 e 9 maggio 2020 e la parte pratica il 20 e 21 giugno 2020
  • ATB school of Tennis con la parte “online” nei giorni 23 e 30 maggio 2020 mentre la parte pratica il 13-14 giugno 2020

La struttura dei corsi e’ stata molto simile per tutti e due gli appuntamenti. Nella parte multimediale il corso e’ iniziato nella giornata di venerdi’ pomeriggio inoltrato con il discorso di accoglienza e di presentazione del responsabile nazionale Diego Valentini e successivamente con l’intervento del maestro organizzatore (Davide Guarino nel primo e Fabrizio Biolo nel secondo appuntamento) che ha condiviso con i partecipanti la mission del nostro ente formativo nonchè la figura dell’Insegnante a 360 gradi. Nella prima giornata di Sabato sono intervenuti i due formatori Donato Campagnoli e Paolo Corti con i loro interventi, mentre nella seconda giornata i formatori sono stati Diego Valentini e nuovamente Donato Campagnoli.


I corsisti di Ghedi

Le giornate “pratiche” sono iniziate con delle prove di gioco dei partecipanti, per saggiare i loro livelli di gioco, e successivamente si sono toccate, oltre all’applicazione delle parti teoriche che sono state spiegate dal formatore Donato Campagnoli, anche una sessione dedicata al “lancio della palla dal cesto” e ai primi accenni di come strutturare una lezione a diversi partecipanti di differenti eta’. Il secondo giorno e’ stato dedicato a far organizzare agli allievi una lezione di tennis, ad allievi di differenti livelli ed eta’. Dopo una parte dedicata giustamente al cibo con il pranzo, si sono fatti i test per l’ammissione ad essere iscritto come Istruttore Regionale CSEN.

Donato Campagnoli e Paolo Corti, formatori CSEN nella loro aula virtuale con i partecipanti

All’appuntamento lombardo organizzato dal TC Ghedi hanno partecipato 20 corsisti provenienti dalla regione Lombardia.

Al secondo appuntamento, organizzato dall’ATB school of Tennis di Cervarese S. Croce, hanno partecipato 15 persone.
Sono state due giornate di full immersion del gioco del tennis dal punto di vista dell’istruttore, con la spiegazione dei concetti espressi durante le giornate online, ed anche alla predisposizione di piu’
lezioni a persone di diverse eta’ e livello.
Il feedback da parte dei partecipante e’ stato piu’ che positivo, anche tenendo conto dei nuovi strumenti usati per fare la formazione, strumenti nuovi per gli allievi, ma anche per i formatori.

La giornata di insegnamento.a Cervarese S. Croce

Corso Istruttore Nazionale

Il corso di Istruttore Nazionale si e’ tenuto il 27 e 28 giugno nella splendida localita’ di Cavareno, presso la struttura simbolo della CSEN Trentino, la CSEN Arena.


La Csen Tennis Arena di Cavareno

Questa struttura, dotata di campi coperti e scoperti da tennis, club house, percorso vita, muro per arrampicate, da quest’anno ospita tutte le manifestazioni piu’ importanti del Csen, sia tennistiche,
ma anche degli altri sport di cui si compone il CSEN.

Due giornate intense, dedicate alla formazione degli istruttori Nazionali, in cui sono stati toccati i punti che potranno interessare ai partecipanti, aspiranti istruttori: la prima giornata divisa tra aula e
campo, in cui il formatore Donato Campagnoli ha spiegato la struttura del minitennis sia sotto l’aspetto teorico che, soprattutto, pratico con sessioni dal vivo nei campi della Csen Arena.

I corsisti durante la prima giornata

La domenica, invece, si e’ dedicata alla verifica di quello che gli allievi avevano imparato nel corso regionale e nella prima giornata del nazionale, con la preparazione di una lezione fatta a dei
bambini messi a disposizione dal circolo. A corredo della lezione ai bambini c’e’ stata una sessione di spiegazione di Tennis on the Beat da parte dell’ideatore di questa metodologia e formatore della
CSEN, Fabio Valentini, in cui si fondono musica e tennis insieme, per far fruttare gli stimoli positivi che l’incedere musicale ha su colpi e loro efficacia

Gli aspiranti istruttori durante le sessioni pratiche

Il tutto, naturalmente, mantenendo le distanze di sicurezza e con il rispetto delle regole anti covid.

Nel corso Nazionale ci sono stati circa 23 partecipanti venuti da tutta Italia.

I corsisti

Location perfetta, struttura all’altezza della situazione e, cosa non indifferente, la straordinaria capacita’ culinaria dei gestori della club house. Dopo il dovere c’e’ sempre il piacere.

Alcune prelibatezze della club House

Quest’articolo e’ stato pubblicato anche sul sito ufficiale della CSEN al seguente link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *