Il Tennis nella Scuola Materna: settimo appuntamento

di Diego Valentini

L’azione del lanciare è uno dei gesti più complessi che il bambino si trova ad affrontare agli inizi del suo sviluppo. Le femmine più dei maschi tendono ad usare nel lancio solo l’arto superiore escludendo l’apporto degli arti inferiori.

Dai tre ai sei anni attraverso gli studi di molti autori possiamo stabilire alcune abilità:

  1. a 3-5 anni il bambino inizia ad essere introdotto un movimento del braccio sul piano traverso e si nota un inizio di movimento di rotazione del tronco. Pochissima la precisione di tiro e di direzione.
  2. a 5-6 anni si delineano la posizione dei piedi e, durante il lancio, uno spostamento del peso del corpo dall’arto inferiore destro al sinistro nei destrimani. Scarsa capacità di direzione e misura del lancio.

 

Possiamo sintetizzare l’azione finale del lancio nella seguente successione : buttare – gettare –  lanciare .

 

ESERCIZI : lanciare –afferrare

 

  • lanciare a una o due mani palle di diverse misure e peso
  • lanciare palline di tennis con la mano destra e sinistra
  • lanciare verso l’alto una palla e riprenderla dopo il rimbalzo
  • lanciare come sopra e riprenderla al volo
  • lanciare come sopra cambiando mano
  • lanciare una palla colpendo un bersaglio
  • lanciare come sopra ma variare la distanza
  • lanciare e colpire un bersaglio posto per terra
  • lanciare e cercare di colpire con una palla di spugna compagni in movimento
  • lanciare come sopra ma chi corre varia la velocità
  • lanciarsi la palla a coppie prendendola al volo poi dopo un rimbalzo
  • lanciarsi una palla mentre si cammina lateralmente uno di fronte all’altro.
  • Palleggiare a terra una palla e riprenderla con due mani
  • Palleggiare a terra una palla prima con la mano destra poi sinistra.
  • Lanciare una palla in un cerchio posto fra due bambini e riprenderla dopo il rimbalzo.
  • Lanciare la palla da una riga verso un secchio e fare centro
  • Lanciare una palla in un minicanestro
  • Far rotolare una palla verso il compagno di fronte
  • Far rotolare una palla da seduti, in piedi, in ginocchio verso il compagno
  • Lanciare la palla da sopra il capo, da sotto, da girati di spalle

 

 

Sono diventato bravo a gestire la palla , oggi il maestro ci farà dei giochi entusiasmanti.

 

 

esercizio n° 1

Uno alla volta i bambini dalla riga devono cercare di afferrare la palla lanciata dal maestro con entrambe le mani dopo che la palla ha fatto un rimbalzo per terra . Vince chi afferra più palle nella maniera richiesta.

esercizio n° 2

Il maestro questa volta tira la palla non più diritta ma ci fa spostare sul campo in direzioni diverse. La presa della palla segue le stesse modalità di prima

Varianti :

  • prendere la palla dopo 2 rimbalzi
  • prendere la palla dopo 3 rimbalzi
  • prendere la palla al volo
  • prendere la palla dopo un rimbalzo e lanciarla da dove la prendo verso il maestro
  • prendere la palla non con le mani ma farla entrare in un cono

esercizio n°3

Devo superare con un lancio una mini rete davanti a me posta a circa 4 metri

Varianti :

  • Aumentare la distanza dalla minirete
  • lancio oltre la minirete la palla che un mio compagno prova a recuperare dopo un rimbalzo con due mani.

 

Adesso si che incominciano a piacermi questi giochi !!!!!!!

Il prossimo incontro sarà l’ultimo e il maestro ci ha promesso che potremo avere in mano una piccola racchetta .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *