Il Tennis nella Scuola Materna: quarto appuntamento

di Diego Valentini

Continuiamo ad approfondire l’argomento della lezione precedente poiché questo periodo chiamato proprio dal Le Boulch “corpo percepito“ è per il bambino fondamentale poiché lui in questa fase prende coscienza, memorizza, cataloga le informazioni che provengono dagli organi di senso, siano esterocettivi che introcettivi. Nella fase precedente il bambino ha imparato a riconoscere le varie parti del corpo ora deve utilizzarle e controllarle attraverso una educazione posturale e l’acquisizione degli schemi motorii di base.

 

ESERCIZI DI SPOSTAMENTO

 

Sarà opportuno fare eseguire tutti gli esercizi che verranno indicati, non sempre nella stessa direzione, ma al contrario, cambiandola spesso .

Quindi : in avanti, indietro, in circolo, lateralmente, lungo una riga, in ordine sparso, a zig-zag ecc…..

  • camminare a grandi passi
  • camminare a piccoli passi
  • camminare sulla punta dei piedi
  • camminare sui talloni
  • camminare all’interno dei piedi
  • camminare sulle ginocchia
  • camminare e ad un segnale raggrupparsi ad uno a due a tre ecc….
  • camminare in quadrupedia
  • camminare indietro, lateralmente, incrociando i piedi
  • camminare a gambe tese, piegate .
  • camminare e seguire il compagno
  • camminare adeguando la propria andatura a quella del compagno
  • camminare inventando nuovi modi di farlo
  • camminare trasportando piccoli attrezzi o cose
  • camminare piano, forte, o a ritmi scanditi dal maestro
  • camminare in cerchio prima da una parte poi dall’altra

 

GIOCHI

  • il cavallo
  • il piccolo bruco (da pancia sotto mani sotto le spalle, andare con le ginocchia in mezzo alle mani e spostando le mani avanti ritornare a pancia sotto)
  • la lepre
  • la rana
  • il gambero (seduti mani appoggiate dietro, gambe piegate, bacino sollevato, spostarsi in avanti, solo con l’aiuto delle braccia e delle gambe senza far scendere il bacino)
  • il granchio come sopra spostandosi di lato
  • il giaguaro : pancia sotto spostarsi solo con l’aiuto delle braccia
  • il coccodrillo : pancia sotto, avanzare piegando alternativamente braccia e gambe
  • la foca: pancia sotto spostarsi facendo forza solo sulle braccia

 

Evviva……… il maestro ci fa giocare con molte palline, non abbiamo mai visto tante palline insieme in un grande carrello.

Grande gioco finale :

Ogni bambino possiede 5 palle che sistema su di una riga.

Alla distanza di 6 metri, davanti alle proprie palline, ogni bambino mette un cerchio.

Al via del maestro ogni bambino dovrà portare di corsa una alla volta le palline nel proprio cerchio e ritornare sulla riga di partenza. Attenzione però, le palline dovranno essere appoggiate poiché non dovranno uscire dal cerchi pena la ripetizione dell’esercizio.

 

Oggi il maestro ci ha regalato una pallina ciascuno per poterci allenare a casa a diventare dei giocolieri . 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *