Il Tennis nella Scuola Materna – Parte 1

di Diego Valentini

 

PREMESSA

La promozione nelle scuole medie ed elementari, già da molti anni è interesse di studio e sperimentazione da parte della Federazione Italiana Tennis e altre organizzazioni private.  Le varie iniziative, tutte lodevoli, portate avanti in maniera corretta e professionale con metodi moderni e mirati, trovano però una costante difficoltà e resistenza.

Come insegnante di Ed. Fisica che opera nella scuola, ho maturato un atteggiamento scettico per taluni aspetti della promozione attuale nella Scuola Media o meglio verso gli Istituti Comprensivi .

L’impressione è quella che proprio la scuola talvolta, anziché favorire l’approccio futuro ad un circolo tennis, si sostituisca alla società sportiva attraverso il famoso “ Piano dell’offerta formativa “.

Professori provenienti da esperienze precedenti vissute, sono molto spesso lontani dal mondo tennistico che per molti anni è vissuto in un’isola felice, all’interno di un circolo recintato, poco accessibile ai non addetti ai lavori.

Già dopo la prima media la difficoltà di creare un interesse serio per questo sport dall’apprendimento non immediato, ha reso spesso sterili le iniziative di molti circoli, a parte naturalmente le promozioni “open House “ dove, per il tutto gratuito e per breve tempo, si registrano anche numeri entusiasmanti.

Nella scuola elementare si stanno facendo ottime cose, sostenute anche a livello federale dai PIA, attraverso il minitennis e i risultati sicuramente si vedranno fra qualche anno.

La promozione e propaganda del Tennis nella scuola materna è sicuramente un elemento innovativo e importante per l’incremento del tennis nell’ottica che questa azione sia svolta professionalmente in maniera corretta e con metodi e programmi mirati e opportunamente adattati alle esigenze dell’utente.

Quindi, chi si propone per iniziative analoghe deve essere in grado di programmare un approccio moderno poiché l’età dei ragazzi con i quali si lavora è abbastanza nuova ma incredibilmente interessante e ricca di soddisfazioni.

Il fai da te e l’improvvisazione in questi casi non è molto utile anche perché produrrebbe un insuccesso con relativa chiusura ad altre iniziative.

L’approccio alla scuola materna deve necessariamente contemplare la presenza insostituibile delle maestre d’asilo che accompagnano passo passo il lavoro del maestro e lo approfondiscono poi anche da sole.

Il tennis quindi come mezzo per l’acquisizione di nuove conoscenze e non fine a se stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *