Il muro, un saggio maestro anziano

di Davide Guarino

Ora che le attività sono ferme in tutta la Lombardia, un consiglio importante da proporre ai nostri allievi è il seguente: “allenati in sicurezza”. Cosa significa? In poche parole seguendo raccomandazioni nazionali in merito alla difficile situazione sanitaria relativa al coronavirus, i giovani tennisti possono continuare l’attività sportiva presso il proprio domicilio.

Possiamo ricominciare a parlargli del “muro” quel maestro famoso che ha insegnato a tutti i tennisti del pianeta. Presentiamolo ai nostri allievi come un tipo “silenzioso”. Spieghiamo loro però che con un pizzico di fantasia non è poi così noioso. Infatti aldilà dei mattoni ci sono ROGER FEDERER , ROBERTA VINCI, RAFAEL NADAL, SERENA WILLIAMS e tanti altri campioni disposti a palleggiare.

Insegnamo come si faceva una volta a “giocare” con l’immaginazione ascoltando i loro consigli. Anche per i più grandi il muro è sicuramente un ottimo compagno per migliorare la sensibilità e la confidenza con l’attrezzo.

Lo sport è vita e in qualche modo deve continuare. Chiedete ai vostri atleti di inviarvi i loro video da pubblicare sulle pagine Facebook dei vostri circoli. Magari lanciando una sfida per il rientro che li stimolerà ad allenarsi: “un premio all’allievo che realizzerà il maggior numero di palleggi senza sbagliare” (mini-tennis), “un riconoscimento per l’allievo in grado di eseguire il maggior numero di palleggi con la variazione sequenziale delle abilità tecniche di diritto e rovescio” (pre-perfezionamento), “ un merito per chi saprà gestire le abilità a comando del maestro” (perfezionamento).

Lanciamo tutti insieme un messaggio: #IltennisinSICUREZZAnonsi ferma. Alimentiamo la passione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente

La Magia della Musica